Necropoli falisca e via romana

DSCF0747 Falerii 04 via Amerina.jpeg

Obiettivo del campo è da sempre il progetto di recupero, ricerca e valorizzazione del comprensorio della Via Amerina, che è stata per l’Ager Faliscus il cardine dell’opera di romanizzazione avviata con la caduta di Falerii Veteres (241 a.C.). La campagna archeologica si svolge presso il sito rupestre di S. Giovenale (Corchiano, VT), non lontano dal centro falisco di Corchiano e dalla via Amerina. Il promontorio di S. Giovenale è stato occupato prima da una necropoli falisca (IV-III sec. a.C.) e poi da un piccolo insediamento romano (III-II sec. a.C.). Le ricerche vengono organizzate in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale e il Comune di Corchiano.

Sede: alloggio presso centro GAR dell’ex Stazione FF.SS., Via Contrada Cardelli 1, Corchiano (VT).

Responsabile: Riccardo La Farina – amerina@gruppoarcheologico.it

Come raggiungere la sede del campo: Treno fino a Civita Castellana-Magliano. Contattare Riccardo La Farina (349 6295133) per concordare il trasporto tra la stazione e la sede del campo, a cura dell’associazione.


La partecipazione alle attività del progetto, darà diritto al rilascio di Crediti Formativi.


Per info: infogaam@archeoambrosiano.org